Pet B2B: sul numero di novembre si fa il punto sul mercato igiene

Le vendite di prodotti per la cura e la pulizia dei pet continuano a crescere sia nel largo consumo, dove sono l’unico segmento dell’accessoristica a segno più, sia nelle catene e nei pet shop. Il fenomeno è destinato a proseguire anche in futuro, grazie anche a una sempre maggiore centralità di questi articoli nel canale specializzato e a un riposizionamento dei consumi verso la fascia superpremium, trainato da una maggiore predisposizione dei consumatori verso soluzioni innovative e più specifiche. Sul numero di novembre di Pet B2B si fa il punto sullo stato dell’arte di questo segmento e sulle prospettive di valorizzazione future, attraverso un’ampia inchiesta di mercato nella quale sono intervenuto anche alcuni autorevoli esponenti di settore.

L’igiene degli animali da compagnia è diventato un aspetto altrettanto importante quanto l’alimentazione. I proprietari si dimostrano generalmente sensibili verso questo argomento e per la maggior parte sono ben disposti a ricevere consigli e suggerimenti, sia per quanto riguarda la modalità corretta per gestire il pet e le operazioni di pulizia, sia sulla scelta di prodotti specifici per questo scopo. Di conseguenza i negozianti, ma anche i toelettatori, stanno diventando il referente principale a cui affidarsi per ricevere una consulenza sul tema igiene. A favorire questo comportamento è la costanza del rapporto che si crea fra il pet owner e gli addetti alle vendite, mentre con il veterinario il contatto diretto è molto più occasionale. Soltanto un negoziante specializzato competente ed esperto può però fornire ai pet owner informazioni importanti.Per saperne di più, leggi l’articolo intero su Pet B2B di novembre.

Per scaricare l’articolo:

Pet_B2B_Novembre_2018_Igiene

Per scaricare la rivista:

www.petb2b.it/newsletter/petb2b-nov18.pdf

Per sfogliare la rivista:

Potrebbero interessarti anche...