Su Pet B2B di marzo, l’avanzata del wet food e del segmento viaggio

È uscito il numero di marzo di Pet B2B. La storia di copertina di questo mese è dedicata a Monge, che punta a scalare nuove posizioni in classifica nel mercato pet sia italiano sia internazionale grazie anche all’ampliamento delle linee produttive. Ampio spazio nella rivista è dedicato come sempre agli approfondimenti di mercato. In particolare si parla di wet food, segmento nel quale si osserva uno spostamento dei consumi verso il canale specializzato grazie alla spinta delle aziende fornitrici che negli ultimi mesi hanno investito in questa categoria di prodotto. Sul fronte accessori si parla invece degli articoli per il viaggio: i trasportini si confermano l’articolo di maggior successo del comparto, mentre prosegue l’avanzata delle soluzioni per l’outdoor.

COVER STORY – Chiuso il 2018 con una crescita del giro di affari del 20%, quest’anno Monge punta a confermare lo stesso trend grazie anche a un nuovo magazzino e all’aumento della capacità produttiva. «Alla base di tutto ci sono i prodotti, la strategia messa in atto sul mercato, ma anche la passione, il dinamismo e l’energia di chi lavora in azienda» spiega il direttore generale Luciano Fassa. «Nei prossimi due anni ci concentreremo di più sul cat food: l’obiettivo è di ripetere il successo del cane».

WET FOOD – Il successo dei formati single serve e della bustina, la crescita della popolazione dei cani di piccola taglia e la maggiore sensibilità del pubblico all’offerta superpremium sono alla base del progressivo spostamento dei consumi di umido nel canale specializzato. Il fenomeno sembra destinato a trovare una nuova spinta dai recenti movimenti dell’industria, grazie al boom di aziende fornitrici che nell’ultimo anno si sono inserite in questo segmento, determinando un aumento del numero di brand e un ampliamento dell’offerta.

CODICE DI ETICHETTATURA – In seguito ad alcune modifiche del regolamento UE e a numerose proposte di miglioramento da parte degli Stati Membri, è stata prodotta una nuova versione di 70 pagine che fa chiarezza su alcuni dubbi fornendo indicazioni che assicurano un’etichettatura armonica in tutta l’UE.

VIAGGIO – Sulla scia dei processi di umanizzazione e parentizzazione, il segmento dei prodotti dedicati al trasporto del pet negli ultimi anni ha registrato una crescita costante, sostenuta anche dalla spinta dell’industria, attiva nel proporre novità pratiche e pensate per favorire il benessere e il comfort dell’animale. I trasportini si confermano l’articolo di maggior successo del segmento, mentre prosegue l’avanzata dell’outdoor.

MEDICINALI VETERINARI – Approvata a fine 2018 dopo un iter di oltre quattro anni, la normativa è entrata in vigore a gennaio ma per la sua applicazione completa si dovrà attendere il 2022. I farmaci per gli animali da compagnia possono essere prescritti esclusivamente dal medico veterinario. Vietata in tutta l’UE la commercializzazione online, come già accade in Italia.

ZOOMARK – Prosegue il lavoro di supporto alle aziende italiane fuori dai confini nazionali con la partecipazione alle fiere di Canton e Mosca. L’iniziativa partita nel 2016 a Orlando ha anche l’obiettivo di favorire l’affluenza internazionale alla kermesse di Bologna, che quest’anno si svolgerà dal 6 al 9 maggio.

CATENE – Con quattro punti vendita ad Albenga (SV), Sarzana (SP), La Spezia e Chiavari (GE), Pet Hit si è candidata come insegna nazionale per il mercato pet del Gruppo VéGé. Il suo modello di business si basa principalmente su vendita assistita, profondità di assortimento e politica di prezzo a tutela della marginalità. «Anche per questo motivo non abbiamo sviluppato un sito di e-commerce» spiega Massari, presidente e amministratore delegato.

ACQUARIOLOGIA – Con una fauna composta quasi esclusivamente da ciclidi e un ambiente prevalentemente roccioso, il biotopo del Malawi è uno dei più semplici da ricostruire, ma non per questo facile da mantenere. Motivo per cui chi gestisce un negozio di acquari dev’essere molto attento a consigliare passo per passo il cliente nella cura di questo particolare ecosistema.

Per scaricare la rivista:

www.petb2b.it/newsletter/petb2b-mar19.pdf

Per sfogliare la rivista:

Potrebbero interessarti anche...