Su Pet B2B di dicembre, lo scaffale dei supermercati ai raggi X

Lo scaffale dedicato al pet food nel largo consumo continua ad ampliarsi. Negli ultimi anni il fenomeno è stato una costante. Anche a fine 2017, in particolare, il numero di articoli alimentari per cani e gatti nell’assortimento dei supermercati è salito a 282, con un incremento di 13 unità rispetto a dodici mesi prima (+4,6% circa), che ha interessato tutti i segmenti di prodotto, ovvero secco, umido e snack and treats. Sul numero di dicembre di Pet B2B è disponibile un articolo di approfondimento sull’evoluzione dell’offerta di mangimi all’interno di questo canale. Sulla base dei dati di Assalco – Zoomark 2018, è stata fatta una rielaborazione che ha permesso di scattare una fotografia precisa delle strategie assortimentali dei supermercati.

Pet B2B dicembre

Con supermercati ci si riferisce ai punti vendita al dettaglio self service di prodotti di largo consumo con una superficie compresa tra 400 e 2 500 mq. Lo scaffale di questo canale è il più piccolo per ampiezza fra i quattro monitorati dal rapporto Assalco-Zoomark 2018, dietro alle catene, ai pet shop e agli ipermercati. Nel confronto con le catene, che contano ben 2.280 articoli, la proporzione è di circa 1 a 10. Rispetto ai pet shop (1.703), l’assortimento dei supermercati è inferiore di circa sei volte, mentre il rapporto con gli ipermercati, che hanno quasi 700 prodotti, è di poco meno di un terzo. Per saperne di più e scoprire come evolve l’offerta del canale anche a livello di sementi di prodotto, leggi l’articolo completo si Pet B2B di dicembre.

Per scaricare l’articolo:

Pet_B2B_Dicembre_2018_Supermercati

Per scaricare la rivista:

www.petb2b.it/newsletter/petb2b-dic18.pdf

Per sfogliare la rivista:

Potrebbero interessarti anche...