A novembre, l’Italia ospita i mondiali di sleddog

L’Italia è ancora protagonista negli sport cinofili. Il 18 e 19 novembre si svolgerà il a Falzè di Piave, in provincia di Treviso, il mondiale WSA – World Sleddog Association su terra organizzato da Asd Antartica – Sleddog Csen. I team attesi per l’evento sono circa 200. Le discipline coinvolte nel “dryland” (così vengono definite le gare su terra), prevedono un numero diverso di cani per ogni team iscritto: le categorie possono essere con 4, 6 o 8 cani. La trasmissione di Canale 5 “Arca di Noè” ha confermato la presenza a questi eventi, ulteriore conferma dell’attenzione verso il progetto Canicross e Sleddog Csen.

 

Lo sviluppo e crescita del movimento uniti a questi grandi eventi che stiamo ospitando in Italia consentono a sempre più persone di entrare in contatto con gli sport cinofili e sempre più realtà imprenditoriali si stanno interfacciando con queste discipline sfruttando eventi e campionati per ottenere visibilità. Partner del mondiale di Falzè di Piave sarà Monge, che da tempo segue le attività dello sleddog in Italia grazie alla collaborazione con Asd Antartica. Il fervore che queste discipline stanno generando anche tra le aziende produttrici di materiale tecnico è la crescita di Inovika che partendo dal prodotto WAW dedicato alle passeggiate di tutti i giorni sta sviluppando una linea di prodotti dedicati al canicross e allo sleddog sfruttando la conoscenza e i test effettuati in questi anni sul proprio prodotto.

Una disciplina più facilmente praticabile e per questo in forte crescita come numero di partecipanti e come offerta di percorsi è il dog trekking. Un’escursione di uno o più giorni insieme al cane è un’esperienza che rafforza il legame fra pet e proprietario e permette di vivere a 360 gradi le esigenze del binomio uomo-cane. Questa attività richiede zaino in spalla, tenda e sacco a pelo e magari delle pratiche dog paks per condividere con il cane anche il trasporto di qualche piccolo oggetto, come ciotole pieghevoli e sacchetti, oltre a pettorine e cinture apposite. L’Italia offre tanti sentieri e località sublimi per praticare il dog trekking, che unisce la passione per la montagna e l’attività insieme al proprio cane.

Come per tutte le attività esiste la variante “sportivo agonistica” che non è semplice podismo con i cani, ma consiste nel correre o nel camminare con il cane principalmente su sentieri di montagna o su percorsi sterrati utilizzando un guinzaglio costruito con la stessa tecnica e i medesimi materiali adoperati nella pratica dello sleddog per realizzare le linee di traino per i cani da slitta. La differenza rispetto al Canicross è la lunghezza dei percorsi, che nel caso di questi trekking sono superiori e possono prevedere di conseguenza checkpoint.

Potrebbero interessarti anche...