Al via domani a Roma la “Conferenza nazionale sul benessere animale”

Verrà inaugurata domani 13 aprile a Roma la Conferenza nazionale sul benessere animale, evento organizzato dal ministero della Salute con il supporto del Centro di referenza nazionale per il benessere animale, in programma fino al 15 aprile presso l’auditorium Biagio D’Alba di via Giorgio Ribotta 5.

Animali d’affezione, animali da reddito e animali utilizzati per la sperimentazione sono le aree tematiche della tre giorni formativa, improntata alla condivisione di esperienze dirette, alla presentazione di progetti innovativi, all’analisi di problemi pratici e alla formulazione di proposte operative.

L’iniziativa, che prende il via quest’anno, è sostenuta dalla consapevolezza che “l’applicazione di buone pratiche non solo favorisce il miglioramento delle condizioni dell’animale e promuove la corretta relazione con l’uomo, ma supporta anche la produzione zootecnica dal punto di vista sanitario, qualitativo e quantitativo”.

Programma_Conferenza nazionale benessere animale

La giornata del 13 aprile focalizzerà l’attenzione sugli animali da compagnia con sessioni dedicate al corretto rapporto uomo-animale, al benessere di cani e gatti e al mondo degli equidi. Seguirà la giornata dedicata agli animali da reddito, con un’ampia panoramica sulla protezione di bovini, suini, polli, galline ovaiole, conigli e animali da pelliccia e, nel pomeriggio, una finestra sul mondo degli animali esotici. I principali temi in agenda sono le criticità e le prospettive dei sistemi di allevamento, i problemi relativi alla detenzione di specie non convenzionali e la prevenzione del commercio illegale. Per venerdì 15 sono invece previste due sessioni, delle quali la prima riservata alle procedure per l’autorizzazione dei progetti di ricerca con gli animali per fini scientifici e la seconda dedicata ai metodi alternativi che non prevedono l’utilizzo di animali.

L’apertura dei lavori prevede la partecipazione del ministro Beatrice Lorenzin mentre tra i relatori si alterneranno rappresentati delle istituzioni, del mondo scientifico, del settore produttivo e delle associazioni protezionistiche.

 

(sb)

Potrebbero interessarti anche...